Al laboratorio afferiscono nove docenti afferenti al settore scientifico disciplinare BIO 16: Silvia Bruno, Ermanno Ciccone, Katia Cortese, Franco Fais, Fabio Ghiotto, Silvia Ravera, Daniele Saverino, Caterina Valetti, Daniela Zarcone. Al laboratorio afferiscono inoltre 3 unità di personale tecnico-scientifico di supporto alla ricerca: Dott.ssa Maria Cristina Gagliani, Dott.ssa Grazia Bellese, Sig.ra Antonella Strangio.

Gli spazi di 690 mq, inclusivi di studi e laboratori, sono disposti su 2 piani in Via De Toni 14.

Nei laboratori gli spazi sono destinati alle seguenti attività:
1) colture cellulari (laboratorio per la manipolazione di agenti biologici di gruppo 1);
2) manipolazione di Microrganismi geneticamente modificati (laboratorio MOGM di classe 1);
3) manipolazione di radioisotopi e sostanze chimiche;
4) immunoistochimica;
5) microscopia confocale e immunomicroscopia;
6) microscopia elettronica a trasmissione;
7) citofluorimetria a flusso
  
Strumentazione presente: Il laboratorio è dotato di tutte le strumentazioni necessarie per le attività svolte quali cappe a flusso laminare per colture cellulari, cappe chimiche, incubatori a CO2, centrifughe da banco, microscopi ottici a luce bianca per colture cellulari, frigoriferi (4, -20 e -80°C), 2 stufe termostatate, 1 stereoscopio con fibre ottiche, spettrofotometri, thermal cyclers, apparecchiature per Western blot con sistemi di imaging in chemiluminescenza per analisi densitometriche, separatore cellulare su basi magnetiche, luminometro. Tra le grandi strumentazioni 1 microscopio confocale, 2 microscopi invertiti a epifluorescenza dotati di sistema di fotocamera digitale, 1 citofluorimetro a flusso, 2 ultramicrotomi per microscopia elettronica a temperatura ambiente e raffreddata ad azoto liquido, 2 taglialame per microscopia elettronica, 1 carbon sputtering per microscopia elettronica.
Inoltre, la sezione di Anatomia ospita 1 microscopio elettronico a trasmissione Hitachi HT7880 interdipartimentale acquisito mediante Bando di Ateneo Grandi Attrezzature 2018.

Attività Scientifica
L’attività scientifica è focalizzata principalmente sui seguenti argomenti di ricerca:

•    Aspetti ultrastrutturali del cancro alla mammella e di patologie neurodegenerative
•    Crosstalk tra autofagia e rilascio di vescicole extracellulari come meccanismo di resistenza alle terapie mirate nel tumore mammario HER2+
•    Sviluppo di liposomi in grado di indurre apoptosi selettiva nelle cellule HER2+
•    Sviluppo di nuovi metodi di imaging elettronico avanzato e 3D
•    Meccanismi patogenetici in malattie linfoproliferative
•    Studio della modulazione dei processi apoptotici nella Leucemia Linfatica Cronica B (CLL)
•    Studio delle caratteristiche metaboliche delle cellule di CLL e linfomi, e identificazione dei relativi target terapeutici
•    Valutazione dei cambiamenti metabolici nell’invecchiamento fisiologico e patologico
•    Disfunzioni mitocondriali nell’Anemia di Fanconi
•    Ruolo dell’interazione mitocondriale con il reticolo endoplasmatico nella bioenergetica cellulare
•    Meccanismi molecolari alla citotossicità causata da aggregati proteici: Russell bodies come modello di ER storage disease
•    Caratterizzazione dell’espressione di Cytotoxic T Lymphocyte Antigen-4 (CTLA-4) a livello ipofisario e del suo potenziale ruolo per il trattamento degli adenomi ipofisari non responsivi alla terapia tradizionale
•    Profilo sierologico nei pazienti affetti da arterite a cellule giganti e polimialgia reumatica
•    Valutazione della presenza di auto-anticorpi specifici per antigeni ipotalamici nei pazienti con disturbi del comportamento alimentare